ACE fresco fresco

Ammesso che ve ne freghi qualcosa, la nascita ufficiale di questo blog mi ha tolto un po’ di sonno. Immagino avesse a che fare con la paura di non avere nulla da dire, o di dire male quello che si pensa, immersi come si è in questo clima di dedizione matta et disperatissima in vista del magistrale pezzo di carta. Suppongo anche che si debba possedere del talento, per mantenere fresca e viva l’attenzione dei lettori. Bene. Invece inizierò con una cosa stupida, ma proprio scema, del tipo che la giornata comincia con madre e sorella che disquisiscono sul modo migliore di rinvigorire la tenuta delle fughe del pavimento, e a me è venuto in mente che se mai un giorno avrò una casa tutta mia, potrei non accorgermi dell’esistenza del pavimento, così come non mi verrebbe mai in mente che le piante vanno curate o le tende lavate ogni tre-quattro mesi. Science fiction bella e buona, direste.

Iniziamo da qui, da una ventisettenne che beve arancialimonecarota totalmente sprezzante del futuro, ché anche se stai sull’orlo del crinale, ciò che ti viene fin troppo naturale è guardare indietro.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s