Vieni

Ho cercato, ieri sera, di mescolare le note assassine di quell’album inflittomi a tradimento con motivi meno biechi in vista del dolce sonno. Mossa di difesa rispetto ad un passato inutile e color della merda, prodigo di bocche storte e cervello in fiamme. Il contatore del livore potrebbe esplodere da un momento all’altro, disseminare i suoi frammenti dappertutto rendendo gli spazi attuali non praticabili. Ma non di livore abbiamo bisogno, solo di saliva amica e complice.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s